INICIO |

Novedades

Familia Abruzzesa de Rosario Actividades 2013

La Familia Abruzzesa de Rosario comunica su plan de actividades para este año 2013 para la colectividad y la comunidad en general...

Leer más...
 
Familia Abruzzesa en La Noche de las Colectividades


Con un lleno como nunca los viernes, la Familia Abruzzesa celebró el comienzo de la "Noche de Colectividades" en Rosario

Leer más...
 
Ospitalità Italiana 2011
La Cámara de Comercio Italiana invita al Evento "Ospitalità Italiana"
Destinado a operadores de Restaurantes de origen italiano o que comercialicen o utilicen materias primas de importación italiana.
4 de Agosto 2011 - 18:30 hs.
Restaurant Asociación Familia Abruzzesa
Santiago 1334 - Rosario
Leer más...
 
Clínicas de Verano

 

 Imagen activa

La Asociación Familia Abruzzesa de Rosario, invita a concurrir entre los días 18 de febrero al 2 de marzo de 2011 a su sede de calle Santiago al recibir la visita de dos destacados representantes culturales de nuestra Región Abruzzo.

El canto, los bailes, instrumentos típicos, tradiciones y la cocina Abruzzesa a cargo de los reconocidos profesores Francesco Stoppa y Adorino Graziani.

Leer más...
 
Idioma ITALIANO 2011

 Imagen activa

La Asociación Familia Abruzzesa de Rosario informa que se encuentra abierta la Inscripción del Curso Intensivo (Nivel Inicial) de Lengua y Cultura Italiana, el cual comenzará el día Martes 15 de Febrero.

Las Clases se dictarán los días Martes y Jueves de 19.30 a 21.30 hs.



Para mayor información:

Santiago 1334 o telefónicamente al 4488578

de Lunes a Viernes de 17.30 a 21.45 hs.

 
Inicio arrow Gr. Uff. Giuseppe Angeli
Gr. Uff. Giuseppe Angeli PDF Imprimir E-Mail
jueves, 02 de agosto de 2007


Imagen activa
On. Giuseppe Angeli

Città di nascita: Orsogna
Provincia: Chieti
Regione: Abruzzo
Data di nascita: 5 aprile 1931
Professione: Imprenditore
Stato Civile Sposato con la Signora Lidia Sartoris, tre figli.


On. Giuseppe Angeli

Città di nascita: Orsogna
Provincia: Chieti
Regione: Abruzzo
Data di nascita: 5 aprile 1931
Professione: Imprenditore
Stato Civile Sposato con la Signora Lidia Sartoris, tre figli.




Gr. Uff. Giuseppe Angeli Ai 19 anni ho lasciato il mio paese natale, il quale era stato distrutto nei duri combattimenti della seconda guerra mondiale, le possibilità che avevo di continuare a studiare o lavorare lì non erano tanto incoraggianti in quel momento storico; le illusioni e le mete dei giovani a quell’epoca erano solo fissate nell’America, allo scopo di cercare nuovi traguardi dall’altra parte dell’Atlantico.
Il giorno 23 agosto 1950 ho salpato dal porto di Napoli, e dopo 26 giorni di navigazione imbarcato nel Sistriere, il 18 settembre 1950 ho messo piede nel porto di Buenos Aires dove mi aspettava mio padre Michele che era già in Argentina da 5 mesi. Ci siamo subito trasferiti in treno alla città di Rosario,  dove lui si era ormai stanziato.

Il mio primo mestiere nella ditta di mio padre è stato quello di geometra, però per migliorare il mio spagnolo e la cosa più importante, per poter iscrivermi alla Facoltà di  Architettura, ho frequentato la scuola serale, poichè la guerra aveva interrotto la mia formazione in Italia.

Sono passati gli anni, e avevo sempre in mente l’ossessiva idea di tornare nella mia Patria, nella mia Terra. È passato ancora il tempo ed in una riunione sociale svoltasi nella Casa d’Italia il 5 agosto 1951  ho conosciuto Lidia Sartoris, figlia di immigranti italiani d’origine piemontese, ci siamo sposati e per il nostro matrimonio è arrivata dall’Italia  Antonietta, mia madre.

Dopo  i miei genitori hanno deciso però di tornare in patria, ad Orsogna.

Con tanta energia famigliare, e con la benedizione di Dio, sono nati 3 figli ed è  per questo che con mia moglie abbiamo preso  la decisione di rimanere per sempre nella città di Rosario, e cresecere i nostri figli.

Ho sempre continuato a lavorare duro e mi sono dedicato all’attività dell’imprenditoria edile fino 1963. Poi, nel 1964 ho fondato l’agenzia di turismo TRANSATLANTICA, oggi una delle più importanti agenzie a livello nazionale, con uffici a Buenos Aires, Cordoba e altre città importanti del territorio argentino.

Grazie al successo avuto, oggi siamo il GRUPPO TRANSATLANTICA S.A. nel quale copro la carica di Presidente, e questo Gruppo ci consente di sviluppare varie inziative: Area di Turismo, Ufficio Cambio, Beni immobili, OLA vendita all’ingrosso di turismo, e Ufficio Borsa.

Con questa attività ho la possibilità di viaggiare in italia al meno tre o quattro volte all’anno, situazione che ancora oggi si verifica non solo per una questione di lavoro ma anche per le mie attività in rapporto all’associazionismo.

Dall’anno 1986 sono membro fondatore della Scuola Bilingue Edmondo de Amicis, la quale conta con 1000 alunni circa, nei diversi livelli: asilo nido, scuola elementare, media e superiore, e formazione professionale laurea breve.

Dall’anno 1981 al 2005 sono  stato il Presidente della Associazione Famiglia Abruzzese di Rosario, onore conferito dai miei amici italiani,  un lavoro intenso e gratificante.

Nel 1986 essendo Presidente della Famiglia Abruzzese, e dedicandomi alla attività sociale, accompagnato ovviamente da un grande numero di collaboratori e collaboratrici, partecipo dando vita ad una propria lista, alle elezioni del COEMIT (COMITES) Comitato degli italiani all’Estero, dove sono eletto Presidente grazie al voto degli italiani che vivono nella circoscrizione consolare di Rosario, carica che ancora oggi sostengo, dopo 4 rieliezioni e che sosterrò fino al 2009.

Dal 1991 al 2004 sono stato membro del C.G.I.E.
Ex Presidente e membro fondatore della F.E.D.A.M.O. Federazione delle Associazioni Abruzzesi in Argentina.
Ex Consultore della Regione Abruzzo (CREI Consiglio Regionale Emigrati e Immigrati).

Riprendendo l’argomento del mio luogo di nascita e lo spazio dove uno sviluppa le sue attività assieme al suo nucleo familiare, credo che si possa convivere con la nostalgia di sognare l’Argentina essendo in Italia e viceversa, sognare l’Italia quando si è in Argentina; questo tipo di fenomeno diverso in una stessa cosa fanno forte un individuo, e la famiglia dà forza allo spirito per continuare il percorso della crescita, costruendo opere che sono il sostegno di tutto essere umano. Le persone passano per questo mondo terreno, però le opere fatte rimarranno sempre in piede come un’anima immortale, essendo questo l’esempio che chi ha voluto fare qualcosa l’ha potuta fare, sono i risultati della tenacia,del coraggio, e della forza dello spirito, sono l’espressione dell’eredità dei nostri antenati, della nostra discendenza italiana, che sono sempre e per sempre nel cuore e nella mente.

Essere un italiano all’estero significa essere sempre informati su quello che accade in Italia ed anche essere consapevole di quello che succede nella terra che abbiamo scelto per vivere. Un chiaro esempio è stata la crisi avvenuta nell’Argentina nel 2001, ascoltare la famiglia o gli amici che con una semplice telefonata ti dicono, che non sei in una guerra, che sarà un fatto che passerà, che non c’è la distruzzione che hanno vissuto i nostri genitori in Italia, che devi continuare avanti, lottando, battendoti per la patria che hai scelto, e queste cose positive, ti danno una carica gradissima  e un’energia che ti fa pensare: devo ancora lottare, so che esistono altre alternative.

L’uomo nasce libero, e man mano che percorre la sua vita, si arricchisce del materiale necessario, per dare impulso alle proprie idee, questo percorso fa che si possa partecipare dentro la sfera politica istituzionale.

Nel mio caso, non rappresenterò un partito politico, rappresenterò le ideologie e il sentire di tutti gli elettori italiani dell’America Meridionale; accompagnato da collaboratori giovani, (uomini e donne) che ricoprono mansioni esecutive dentro delle strutture del movimento, essendo loro l’istrumento fondamentale per la permanenza di questo, ricordando che gli uomini più anziani abbiamo la saggezza, però i giovani  portano alla pratica i fatti, avverano,  e concretizzano i progetti.

Essendo stato eletto per la lista Per L’Italia nel mondo con Tremaglia come Deputato il mio  obiettivo prioritario  sarà quello di  tutelare la lingua e l’identità culturale italiana, potenziando e favorendo intersacambi tra la colettività italiana all’estero  e l’Italia, ricordando che quando un candidato viene scelto si deve battere per la totalità dei diritti degli italiani che vengono rappresentati. E insieme potremo avere più forza e dare una voce comune a tutti i nostri bisogni.

Gr. Uff. Giuseppe Angeli La mia aspettativa è molto positiva, perchè quelli che siamo stati  scelti all’estero, avremo  una visione obiettiva, diversa alla soggettività dei parlamentari che svolgono funzioni dall’inizio del Parlamento Italiano, essendo loro i rappresentanti dei partiti politici, movimenti, gruppi, e alleanze italiane. 

 Nel mio caso sono un cittadino italiano, che risiede all’estero, che rappresenta  e rappresenterà sempre tutti quelli che vogliono accompagnarmi, in questa mia vocazione di servizio, e non c’è bisogno di appartenere a nessun partito politico o avere una ideologia determinata, perchè sempre compierò il mio dovere che è quello di diffendere tutti i diritti e doveri degli italiani ovunque loro nel mondo risiedano.


Questo mio nuovo  incarico, mi riempie di gioia, è il miglior modo di poter confermare a tutti gli italiani che mi hanno votato, la mia traiettoria, il mio sempre coerente  pensiero, sono sicuro di essere condannato al successo tanto quanto lo sono tutti gli italiani che vivono in Argentina, e per questo ho già cominciato a LAVORARE!
 
< Anterior